Taccone: "La salvezza equivale alla vittoria di un campionato. Futuro? Per progetti ambiziosi ho bisogno di soci"

di redazione TuttoAvellino
articolo letto 5618 volte
Foto

Il presidente Walter Taccone è intervenuto ai microfoni di Radio Ufita in vista dell'ultimo atto della stagione regolare, ricordando anche la partita vinta con lo Spezia: "Abbiamo disputato una partita vera, contro uno Spezia che non ci ha regalato nulla. I ragazzi hanno sostenuto una buona prestazione, anche se molti non sono al top. Ho visto l'Avellino di una volta, che ha giocato con il cuore. Il perché dei tanti infortuni? Io ce l'ho, ma la dirò a fine stagione. Il campo non c'entra nulla, tante squadre giocano su un sintetico rabberciato, il nostro è di ultima generazione. Sono intervenuti una serie di fattori che hanno influito, ne parleremo con calma dal punto di vista medico. La salvezza è nelle mani dell'Avellino, non dobbiamo aspettare i risultati di nessuno, anche perché non possiamo fare calcoli. Andremo in campo onorando la maglia, mantenendo la categoria. Questo equivarrebbe alla vittoria di un altro campionato". 

Sul futuro: "Chi vuole entrare in società, non solo la Italpol, ha atteso la fine della vicenda Catanzaro e ora sta attendendo la salvezza, quindi in tempi brevi ne sapremo di più. Io da solo non sono in condizioni di andare avanti, ma ho bisogno di persone che diano una mano alla società. Io resterà con una quota che poi andremo a decidere, ma non andrò assolutamente via". 


Altre notizie
Sabato 19 Maggio
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI