SEZIONI NOTIZIE

Avellino, gli attaccanti e il gol perduto. Per i playoff servono i gol dei bomber. E senza rigori...

di Marco Costanza
Vedi letture
Foto
© foto di TuttoAvellino.it

Con il pareggio di Cava de Tirreni per 1-1, l'Avellino ha interrotto al 45', una astinenza da reti che durava da 2 partite e mezzo, oltre 240 minuti. La rete di Carriero, però, la sua prima in biancoverde, non ha nascosto un dato eloquente, che gli attaccanti dell'Avellino non segnano su azione da oltre 2 mesi. 
Torniamo sempre alla stessa gara, quella di Catanzaro, del 3 marzo, la rete decisiva dell'1-0 la segnò Bernardotto (tra l'altro in netto fuorigioco va detto). Da allora, davvero poco. Santaniello ha chiuso con soli 4 gol, Bernardotto con 5 (l'ultimo gol tra l'altro questo di Catanzaro 2 mesi fa). Tolto il gol di Fella con il Bari, arrivato comunque da calcio piazzato, l'unico attaccante a segnare da marzo è stato Maniero, ma sempre e solo su calci di rigore. 
Chiaro, l'Avellino ha avuto un rendimento in netto calo nelle ultime giornate, ma diamo uno sguardo alle statistiche del mese di marzo, partendo da Avellino-Paganese, chiudendo con Avellino-Virtus Francavilla del 28 marzo, l'Avellino ha avuto ben 6 rigori in 5 partite, gare anche molto complicate, risolte appunto dal tiro dagli 11 metri. 
Rigori ai quali si sono alternati al tiro Maniero e Sonny D'Angelo. L'ultimo gol di Maniero risale proprio alla vittoria con la Virtus Francavilla, come detto, su rigore. Certo, il rigore fa parte del calcio e il gol vale come statistica, ci mancherebbe, ma i numeri degli attaccanti avellinesi senza tiri dagli 11 metri, sarebbero eloquenti.

Tolti Fella e Bernardotto, che non ne hanno tirati, Santaniello, che ha chiuso con soli 4 gol, uno lo ha segnato su rigore. L'ultimo gol di Santaniello, tra l'altro, risale al 31 gennaio, nella vittoria con la Viterbese. Maniero su 10 reti, 5 gol su azione e 5 rigori, di cui le ultime 4 realizzazioni in campionato sono arrivate dagli 11 metri. L'ultimo gol su azione di Maniero è il colpo di testa a Castellammare con la Juve Stabia, datato 13 febbraio, 2 mesi e mezzo fa. 
Chiudiamo poi con Fella, che ha chiuso il campionato con soli 9 gol, considerando le ottime stagioni di Cava e soprattutto Monopoli, quando l'anno scorso con 9 gare ancora da disputare, chiuse da capocannoniere con 16 reti. Letti questi numeri, è chiaro che ci si interroga in casa Avellino. 
Prima della rete vittoria con il Bari, Fella non segnava dalla doppietta con il Foggia, del 26 febbraio scorso, un digiuno importante, che lo ha portato anche ad un pò di nervosismo, per un rendimento non proprio continuo. Braglia lo ha ammesso (come lo stesso attaccante ha poi confermato), Fella è stato quello che ha più sofferto questo continuo turnover e cambi continui di attaccanti.

In totale gli attaccanti dell'Avellino hanno segnato, in 4, 28 gol (10 Maniero, 9 Fella, 5 Bernardotto e 4 Santaniello). Pochi, molto pochi. 
Il rendimento degli attaccanti, a campionato finito, è giusto dirlo, è stato sotto le aspettative probabilmente, complici anche i continui turnover di Braglia, che in una stagione così particolare, ci possono stare. E se non fosse stato per i gol di Sonny D'Angelo, 9 reti, tra cui anche lui diversi su rigore e dei difensori, con Luigi Silvestri che ha segnato addirittura 4 gol (gli stessi di Santaniello e a -1 da Bernardotto), lo score offensivo dei lupi sarebbe stato davvero deficitario.
Ora ai playoff, per sperare di vincere e andare in Serie B, servono i gol dei bomber, servono i numeri degli attaccanti, che l'Avellino ultimamente non ha visto. Braglia, nel post gara di ieri con la Cavese, lo ha fatto capire, giocherà chi sta bene, ci sarà meno turnover e cambiamenti. La speranza è che gli attaccanti dell'Avellino si facciano trovare pronti e in forma per l'assalto alla Serie B. 
 

Altre notizie
Domenica 09 maggio 2021
21:02 Copertina L'indiscrezione da Cesena: la Virtus Verona rinuncia e fa "ripartire" i playoff? Cosa può accadere 20:09 Basket La Scandone sogna ma poi cade nel finale a Ruvo: 75-70 per la Technoswitch 19:30 Playoff Playoff Lega Pro, risultati primo turno e accoppiamenti secondo turno 18:50 Calcio Minore Zero a zero il derby irpino tra Lions e Città di Avellino Eclanese 17:18 Le altre di Lega Pro Lega Pro, la Virtus Francavilla ha già ufficializzato il suo nuovo allenatore
13:58 Copertina Dieci casi Covid nella Virtus Verona: playoff verso lo stop, cosa succederà?
Sabato 08 maggio 2021
20:56 Futsal Sandro Abate ko in gara 1 dei quarti di finale playoff. La Came Dosson vince 8-5 18:57 Calcio Minore Cervinara forza tre contro la Palmese, che Befi! 17:15 Ex biancoverdi D'Andrea: "Per giocare i playoff ad Avellino devi avere sangue freddo e attributi fumanti" 16:47 Copertina Triestina-Virtus Verona non si gioca per Covid: slitta l'esordio ai playoff dell'Avellino? 16:40 Ex biancoverdi Giannitti: "Saranno playoff belli, ci sono grandi piazze" 16:20 Ex biancoverdi Luiso: "Braglia il vero top player, ai playoff tifo Avellino" 16:00 Copertina Violazioni protocollo Anticovid: la Procura Federale indaga sull'Avellino 14:57 Le altre di Lega Pro Lega Pro, esordio in salita per una squadra dei playoff: sei positivi al Covid-19 11:45 Copertina Silvestri toglie il gesso e inizia la riabilitazione: "Passo importantissimo, grazie per il vostro sostegno" 11:28 News TS - Coppa Italia, nuova formula per un problema di date. Ma C e D potrebbero anche avere vantaggi economici 10:30 News Mental coach di Fella: "Peppe sta bene, sta lavorando sulle sue certezze" 10:00 Le altre di Lega Pro Catania, il comunicato di Tacopina: "Ho appena formalizzato e inviato una nuova proposta per l’acquisizione del Calcio Catania" 09:30 Focus Clima disteso in casa Avellino. Tito scherza con Maniero: "Grazie Goku, ora andiamo alla ricerca delle sfere del drago" 09:00 Mi ritorni in mente 8 maggio 1983: l'Avellino cala il poker sul Catanzaro (di Braglia) e ottiene la quarta salvezza consecutiva